L’interconnessione Mente-Corpo

Nell’articolo precedente, L’unione tra Mente e Corpo è alla base del benessere psico-fisico, ho spiegato che l’essere umano è una macchina organica unica nel suo genere in quanto possiede una parte che lavora nel mondo virtuale: la Mente.

In questo articolo parlerò di Mente e Corpo, della loro interconnessione e del fatto che solo attraverso la loro unione l’essere umano può raggiungere la propria essenza, quindi la massima creatività.

La Mente

Come ho accennato prima, la Mente è legata alla dimensione dell’impalpabile, del virtuale. Per Mente intendo la corteccia prefrontale del cervello, area particolarmente sviluppata nell’Homo sapiens sapiens.

La Mente permette di svolgere attività virtuali quali l’immaginazione, il ragionamento, la progettazione, l’elaborazione di pensieri… Per semplificazione, si può paragonare la Mente ad un super computer che elabora i dati:

  • alla nascita, ha tantissimo spazio vuoto da riempire ma pochissima capacità di elaborazione dei dati; ogni informazione che riceve viene strutturata nel cervello sotto forma di schema mentale. Ogni schema mentale è un filtro della realtà di cui interpreta solo una parte.
  • dopo pochi anni di vita, quando lo spazio di memoria è pieno di schemi mentali, il computer biologico non è più in grado di assimilarne altri. Da quel momento, ogni elaborazione della realtà viene filtrata dalla sommatoria degli schemi mentali (o algoritmi) acquisiti

È facile intuire che la Mente, nel suo processo di sviluppo, è molto influenzabile dall’ambiente esterno e che in fondo nessun essere umano adulto può percepire la realtà per quello che è veramente, a meno che faccia un lavoro di pulizia degli schemi mentali acquisiti nei primi anni di vita.

La corteccia prefrontale gestisce l’attività mentale conscia, in teoria potremmo controllare i nostri pensieri, le nostre emozioni…, invece la gestione della Mente è quasi impossibile a meno che si facciano difficili lavori di meditazione. Per rendere l’idea, è come se la Mente fosse una auto molto potente la cui guida risulta molto difficile. La Mente per natura, se non controllata, ha tendenza a stare

  • o nel passato
  • o nel futuro
  • o nel mondo virtuale

Un’altra importante caratteristica dell’essere umano è la capacità di comunicare e condividere concetti astratti, questo sempre grazie alle capacità della Mente.

Il Corpo

Il Corpo invece è legato alla dimensione del palpabile, della realtà. Per Corpo intendo tutti i tessuti che costituiscono il corpo umano escluso la corteccia prefrontale del cervello.

Il corpo è regolato in gran parte dal Sistema Nervoso Autonomo (SNA), ovvero funziona indipendentemente dalla nostra volontà. Questo dato è fondamentale perché ci fa capire che tutte le funzioni vitali del nostro corpo sono pre-programmate, per cui noi possiamo solo assecondarle: per esempio una persona stitica potrà impegnarsi quanto vuole mentalmente o fisicamente per promuovere l’evacuazione, ma se la muscolatura liscia del colon non ne vuole sapere, dovrà ricorrere per forza ad interventi esterni.

Al contrario della Mente, il Corpo

  • è in continua interazione col proprio ambiente, rimanendo quindi ancorato al presente
  • ha una sua struttura pre-programmata, non è influenzabile
  • è in gran parte non controllabile con lavori specifici, ma solo assecondabile

Le uniche funzioni del Corpo che possiamo controllare volontariamente, SNA permettendo, sono:

  • la contrazione della muscolatura striata (i movimenti volontari per intenderci)
  • la deglutizione
  • la minzione
  • la defecazione
  • la respirazione diaframmatica

Interconnessione Mente-Corpo

Il Corpo è il mezzo col quale l’essere umano fa esperienza fisica nel mondo materiale, mentre la Mente è il mezzo col quale l’essere umano può trasformare l’esperienza fisica in pensieri astratti nella dimensione virtuale.

Siccome in Natura tutto è reciproco, avviene anche il contrario, ovvero che i pensieri astratti prodotti dalla Mente vengano materializzati nel mondo reale attraverso il Corpo con la lavorazione e la trasformazione della materia. 

La ‘macchina Uomo’ è l’unica macchina organica sul pianeta Terra in grado di fare questo doppio lavoro.

Questa continua interazione tra Mente e Corpo che caratterizza l’essere umano può essere definita come creatività. Quando questo meccanismo si interrompe o viene fatto in modo disarmonico senza consapevolezza, insorgono disfunzione e malessere psico-fisico.

Tuttavia una domanda sorge spontanea: ma se la Mente è ingestibile e il Corpo funziona per i fatti suoi, come si fa a creare questa benedetta interconnessione?

La risposta verrà data più avanti, posso solo anticipare che lo si può fare attraverso un lavoro mirato sul muscolo diaframma. L respirazione diaframmatica ritmica e ed armonica è un potente mezzo di connessione Mente-Corpo.

Grazie per avermi letto! Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo sui tuoi social…

Un abbraccio

Articolo successivo: Il tuo Corpo ti parla… ascoltalo!

Foto Designed by Freepik

4 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

×

Ciao! Chiedi informazioni via Whatsapp

×